Secondo alcuni i link sono un elemento strutturale e inalienabile del Web, una caratteristica intrinseca di questa piattaforma. Pensare a Internet senza link è considerato un’assurdità e un controsenso. Di diverso avviso alcuni editori che hanno assunto negli ultimi tempi posizioni molto distanti e anzi considerano la presenza di link che puntano alle rispettive proprietà quasi un “furto” del proprio ingegno dimenticando che una percentuale significativo del proprio traffico e delle conseguenti opportunità di monetizzazione derivano proprio dal flusso in entrata generato da fonti esterne. Un dettaglio, ovviamente.

BBC si è posta il problema di definire in modo rigoroso e scrupoloso i criteri da seguire nel determinare quali link esterni includere nelle proprietà Web che sviluppa e controlla. L’obiettivo fissato per il 2013 è di raddoppiare il volume attuale portandolo a 20 milioni di link mensili verso l’esterno. Un numero significativo, ma ancora più rilevante è il principio alla base di questa decisione che indirettamente ribadisce e afferma il rulo centrale dei link come elemento di naturale connessione sul Web. Di assoluto rispetto concettuale la sintesi espressa da BBC con la seguente frase: Links essential to online journalism. Qui l’intera presentazione, mentre per accedere all’intero documento di oltre settanta pagine occorre guardare qui.

Il panorama mondiale sta però velocemente evolvendo e presto diverse proprietà editoriali seguiranno l’esempio del Times di Londra che da inizio luglio non solo ha protetto i propri contenuti dietro un rigoroso meccanismo di subscription, ma ha anche deciso di rifiutare che i propri contenuti vengano indicizzati dai motori di ricerca. Il problema che si sono posti in BBC consiste quindi nel definire nuovi criteri di linking per evitare che i propri lettori si trovino indirizzati verso proprietà a pagamento, situazione di per sé non negativa, ma potenzialmente foriera di qualche problema per chi è da sempre abituato a saltare da una pagina alla successiva senza ostacoli di alcuna natura. Ribadisco però il concetto fondamentale alla base della decisione pubblica di BBC: un editore deve linkare verso l’esterno nell’interesse supremo dei propri lettori e come elemento strutturale del giornalismo online.

2 Commenti. Nuovo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Menu