Le informazioni sul nuovo telefono Google prodotto da Samsung sono abbondanti e dettagliate. Il canale YouTube ufficiale contiene dozzine di video che documentano in dettaglio le caratteristiche e le funzionalità di questo prodotto. Più o meno lo stesso livello di dettaglio compare direttamente sul sito di Google al seguente indirizzo. Non si tratta quindi di un segreto o di un’anteprima viste anche le numerose recensioni in tutte le lingue e in ogni parte del mondo.

Non posso aggiungere altro che le impressioni personali maturate in questi ultimi giorni. La sintesi è che si tratta di uno smartphone veramente notevole, per alcuni versi sorprendente. Walt Mossberg di Wall Street Journal considera Nexus S e iPhone 4 i migliori prodotti presenti sul mercato al momento. Qui una delle tante review comparative, con questo bell’articolo di PC World corredato da un’utile tabella che sintetizza le caratteristiche di questi due prodotti di punta nel segmento degli smartphones.

Ho fatto di Nexus S il mio telefono personale. Per tutto il 2010 ho continuato a usare il mio iPhone 3Gs ricorrendo a Nexus One (N1) solo in limitate occasioni in ambito lavorativo. Seppur un buon prodotto, N1 non riusciva a offrire il livello complessivo di funzionalità di iPhone, ma molte cose sono cambiate negli ultimi 12 mesi. Parto dalle meno ovvie: il software. Android 2.3.1 (o Gingerbread come nome in codice) sembra veramente notevole soprattutto per quanto riguarda la semplicità dell’interfaccia, la ricchezza dei comandi e funzionalità e l’intuitività con cui si porta a termine qualsiasi operazione. Sempre proseguendo nel settore software, oggi a distanza di 12 mesi dall’ingresso di Nexus One (5 gennaio 2010), esistono molte più applicazioni per Android e il livello qualitativo è salito esponenzialmente. Completando il veloce excursus software, desidero segnalare l’incredibile livello raggiunto dai servizi di Google. I progressi delle ultime versioni sono veramente notevoli. Tutto quanto ruota attorno alle mappe è utile, comodo, semplice, dettagliato e velocissimo. Questo ultimo punto va ben memorizzato: Nexus S è di una velocità sbalorditiva nel rendering delle mappe e delle immagini, quasi da lasciare stupiti (e devo ammettere che questo aspetto mi ha proprio conquistato). I comandi vocali estesi in modo pervasivo a tutte le funzioni del dispositivo fanno veramente la differenza. Non credo che nessuna alternativa presente sul mercato oggi possa competere, anche se chiaramente è un giudizio superficiale e – potenzialmente – di parte. Invito poi a prendere visione e familiarizzare con Google Googles, troppo bella davvero.

Adoro la funzionalità di tethering per usare il telefono come unico punto di collegamento quando on the road, alimentando laptop e tablet senza avere a che fare con chiavette varie o altre soluzioni che fanno solo perdere tempo e basta (penso alle WiFi con password e rotture varie di attivazione). Il collegamento con il mio iMac è avvenuto all’istante senza alcun problema. Ho trasferito parte della mia musica e una volta disattivato il collegamento USB e ripreso il controllo del dispositivo è stato sufficiente un click sull’icona Music per iniziare ad ascoltare il tutto (bello non avere più a che fare con il DRM). La sincronizzazione dei contatti con il resto del mio ecosistema hardware e software ha richiesto solo qualche passaggio di configurazione, ma nulla di impossibile. Mi resta da risolvere il problema della sincronizzazione dei miei contatti tra l’account gmail personale e quello aziendale, ma ciò non ha nulla a che vedere con il telefono. Molto meglio di iOS la consultazione dei contatti: velocissima in Nexus S e più comoda soprattutto nello scrolling attraverso l’intera agenda (io ho più di 1,300 riferimenti tra i quali distreggiarmi).

Bene la macchina fotografica integrata e la video camera, con trasferimento in Aperture e iMovie del materiale prodotto senza alcuna difficoltà. Le immagini prodotte dalla fotocamera di 5MP sembrano di buona qualità corredate dalle info GPS sempre più rilevanti per chi come me vuole gestire con cura il proprio archivio fotografico. Mi aspetto che in futuro salirà il livello dei MP rendendo di fatto inutili le digital compact cameras anche in virtù della connettività nativa che garantisce facile condivisione e alla presenza di soluzioni software per editing sul posto, qualora fosse necessario.

Ho montato alcune applicazioni per leggere le notizie (USAToday, BBC News, NPR, ESPN, Eurosport, Fox News, …), un cronometro indispensabile per seguire le gare di nuoto delle piccole, CNBC per il NASDAQ, Facebook per i momenti di noia e di disperazione totale, Weather Channel per il meteo e Twitter per comunicare con il resto del mondo. Mi sono ripromesso di esplorare il marketplace con maggiore attenzione nei prossimi giorni per individuare qualcosa che mi possa servire in prospettiva (mentre scrivevo ho realizzato che mi mancava un car locator, lacuna prontamente compensata con un acquisto da $3.99 con AMEX e gestito da Google Checkout).

Mi resta solo da configurare il dispositivo con il sistema di bordo dell’auto. Qualora l’esperienza fosse positiva come mi auguro, credo d’aver individuato il mi nuovo smartphone. In UK è già in vendita da qualche giorno a £429.99 senza contratto. Immagino che per molti possa configurarsi come l’occasione da non perdere. A me servirebbe la custodia: qualcuno me la prende, please?

PS Bello avere in mano un telefono con il brand Google stampato sul retro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Menu