È questo il risultato di quanto emerso dalla somma della capitalizzazione in borsa delle due aziende che per decenni hanno dominato il panorama del personal computing mondiale, dando origine – tra l’altro – all’acronimo Wintel. Sulla base dei dati di borsa dello scorso venerdì 3 giugno, la combinazione tra il produttore di processori e la software house di Redmond risulta, seppur di poco, inferiore alla capitalizzazione in borsa di Apple. Dice poco e non prova nulla. È comunque un ulteriore segnale dei tempi che cambiano. Per la cronaca, $317.6B per apple contro $201.9B per Microsoft e $115.2B per Intel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Menu