Uno degli aspetti con i quali dovremo abituarci a convivere prossimamente è la progressiva scomparsa della privacy. A contribuire all’accentuarsi di questo fenomeno è la continua introduzione e adozione di tecnologia in qualsiasi momento della giornata. Un elemento chiave in questa direzione è la progressiva miniaturizzazione delle telecamere ad alta risoluzione, la facilità di memorizzare grandi quantità di dati in modo semplice
Questo delle riprese video pervasive è un mio “pallino” che tratto ampiamente nel mio libro La fine dell’Era del Buon Senso (in uscita a breve). Ora l’Albuquerque Police Department – APD – offre un esempio in più per supportare la mia teoria che presto tutto che noi facciamo sarà video ripreso e memorizzato. Il tutto da ciascuno di noi con conseguenze che potete ben immaginare: un’incredibile quantità di filmati video che raccontano indirettamente, in modo scoordinato e non necessariamente ragionato quello che succede nelle strade, nelle scuole, negli uffici e nelle case di tutto il mondo. Le implicazioni sono in parte fonte di preoccupazione, ma anche affascinanti.ed economico e l’archiviazione sicura nel tempo di immagini video.

Ma torniamo in New Mexico. Le nuove regole della polizia locale prevedono che qualsiasi interazione con il pubblico sia soggetta a registrazione video e audio da parte dei rappresentanti delle forze di polizia. Fino a oggi questa regola valeva soltanto per situazioni particolarmente rischiose come arresti o inseguimenti, ma è stato deciso di estendere questa pratica. Ogni poliziotto di APD dispone di una piccola telecamera dal costo di $60 – ne sono stati acquistati 200 pezzi – sempre accesa a cui va aggiunto anche un registratore audio. In pratica, quindi, qualsiasi forma di interazione con un rappresentante di APD verrà video registrato nell’interesse dei singoli e della comunità. Decisamente utile e un’evoluzione che apre le porte a conseguenze di ogni genere.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=71A-qpkJ2o0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Menu