Poche ore all’inizio dell’annuale edizione della conferenza Apple dedicata agli sviluppatori. Come da tradizione, le aspettative sugli annunci previsti nel keynote del CEO Tim Cook si sprecano, senza peraltro che sia trapelato qualcosa di concreto dagli uffici di Cupertino.

Forse più che rumors, le aspettative degli appassionati dei prodotti Apple spaziano da un nuovo modello di iPhone, la versione 6 di iOS, linea MacBook pro con ingombro ridotto grazie alla rimozione del lettore DVD e schermo retina display, nuove funzionalità per il servizio iCloud, il sistema operativo Mountain Lion e una serie di innovazioni per la comunità degli sviluppatori. Rimane sempre il mistero relativo all’introduzione di una TV Apple di cui si parla ormai da tempo.

Di tutte queste ipotesi, l’unica relativamente certa e sicura è Mountain Lion per Mac. Da stabilire solo la data di rilascio, già da tempo indicata per i mesi estivi. Di tutte le funzionalità annunciate, la componente di messaggistica è disponibile in versione beta già da qualche tempo. L’integrazione dei messaggi tra la piattaforma Mac OS e iOS costituisce un incredibile vantaggio per i consumatori, un ulteriore elemento di preoccupazione per le Telco. Sfruttando le funzionalità di intercomunicazione gratuite, pensare di inviare un SMS a pagamento sembra diventare un’opzione sempre meno conveniente e realistica per chi opera all’interno dell’ecosistema Apple.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Menu