La presentazione di ieri a San Francisco ha permesso di recuperare alcuni dati aggiornati sul business di Apple in tutto il mondo. Qui di seguito una sintesi:

  • 83 milioni di visitatori nei negozi nell’ultimo trimestre, quasi un milione al giorno;
  • qui il video del nuovo negozio di Barcellona, uno dei più grandi dei 380 punti vendita attualmente presenti in 12 paesi con la Svezia che si aggiungerà all’elenco venerdì 14 settembre;
  • il sistema operativo Mountain Lion è stato scaricato in 7 milioni di copie dall’introduzione a fine luglio 2012;
  • la linea dei laptops Mac è al primo posto nelle classifiche di vendita negli USA nell’ultimo trimestre;
  • i 84 milioni di iPad venduti dall’introduzione rappresentano una cifra considerevole pari al 68% di quota di mercato e un numero capace di confrontarsi con il mercato dei PC;
  • il 91% del traffico generato da tablet sul Web proviene da modelli iPad;
  • 400 milioni di dispositivi iOS venduti fino a fine giugno 2012;
  • volumetricamente il nuovo iPhone è inferiore alle versioni precedenti ed è il più leggero di sempre;
  • il processore A6 fornisce prestazioni raddoppiate sia a livello computazionale che grafico. Di seguito 30 secondi estratti dalla presentazione di ieri per dimostrare le qualità grafiche del nuovo iPhone 5. Il livello di realismo è elevatissimo (meglio ancora nel video originale, ovviamente) base di partenza per lo sviluppo di nuovi giochi e applicazioni ancora più sofisticate.
  • iTunes è presente oggi in 63 paesi rispetto ai 23 dell’anno scorso;
  • 20 miliardi il numero complessivo di canzoni acquistate;
  • il numero di account attivi è salito a 435 milioni, tutti potenzialmente clienti della piattaforma di entertainment e di questi 200 milioni usano iCloud;
  • nell’ultimo anno 2/3 dei download da iTunes provengono da dispositivi iOS.

Il video dell’intera presentazione è disponibile su iTunes sottoscrivendo al podcast ufficiale Apple..

Numeri impressionanti che rappresentano il successo ottenuto fino a oggi e le basi per il prossimo futuro. Ma gli analisti e gli esperti del settore scavano in profondità alla ricerca di conferme o di crepe nella strategia di prodotto dell’azienda californiana. Qui i commenti di un addetto del settore che elenca gli elementi di delusione rispetto alle aspettative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Menu