Fra non molto diventerò possessore di un iPhone 5. Non una priorità assoluta, ma un’esigenza professionale e anche un piacere personale a cui non voglio rinunciare. La scusa potrebbe essere un non troppo remoto compleanno che si avvicina inesorabilmente anche quest’anno.

Dal 28 settembre il nuovo modello sarà in vendita anche in Italia e nelle due settimane precedenti i mercati avranno un’idea chiara del livello di apprezzamento riservato ad iPhone 5 visto che negli USA e in altri paesi gli ordini inizieranno a essere raccolti dal 14 settembre.

Perché compiere un gesto così “scellerato” come diventare possessore di un iPhone 5? Molti i motivi, dai più futili ai più sostanziali. In ordine sparso:

  • Compatibilità. Risulterò totalmente compatibile e integrato con il resto della famiglia e con dozzine e dozzine di amici e conoscenti. Questo non per una questione estetica o di status symbol, ma di semplicità e comodità nelle comunicazioni e interazioni con le persone a me più vicine. Allo stesso tempo, non significa che snobberò eventuali possessori di prodotti Android, RIM o Windows (in quest’ultimo caso deve trattarsi di un’amicizia con forti legami, lo ammetto). Solo condizioni migliorative e semplici di interazione con chi opera su iOS, iPad inclusi;
  • Condivisione. Tutti i dispositivi mobili familiari saranno allineati a iOS 6 con tutte le implicazioni del caso per quanto riguarda servizi, ma anche applicazioni. Ci sono talmente tante apps utili e interessanti da installare su iPhone e iPad, capaci di trasferire valore anche nelle piccole cose. I dati ufficiali parlano di 700.000 di cui 250.000 ottimizzate per iPad;
  • Mac OS X – iOS. L’integrazione con i mac di casa un altro punto a favore. Questo significa far circolare musica, video e foto in modo del tutto naturale, oltre a sfruttare soluzioni come AirPlay per una condivisione di tutto quanto viene prodotto, acquistato e visto tra i membri della famiglia. personalmente adoro iMessage e consiglio a tutti di installarlo;
  • Estetica. il prodotto è esteticamente molto piacevole grazie a un design ancora più raffinato dei modelli precedenti. Qui i dati di una survey condotta prima e dopo il rilascio del prodotto;
  • Innovazione. Le nuove funzionalità hardware e software giustificano ampiamente l’investimento, facendo dell’iPhone 5 il top in assoluto al momento. È molto veloce, se confrontato con i modelli precedenti e in termini di ricchezza di funzioni le sole integrazioni con Twitter e Facebook ne fanno un prodotto interessante, capace di trasferire maggiore utilità e praticità, due parametri ricercati dai consumatori.

Le previsioni parlano di oltre un milione di pezzi venduti attraverso il canale online e di diversi milioni in occasione del primo weekend di disponibilità nei negozi fisici. Molti analisti si sono lanciati in confronti, analisi e stime di ogni genere. Abbastanza semplice prevedere volumi in crescita per la qualità del prodotto e per il costante allargamento degli utenti di smartphone.

Passando agli annunci di poche ore fa. Niente mini iPad, niente iTV, niente nuovi iMac. Il focus è stato il nuovo telefono, seguito da iPod nano e touch rivitalizzati nel look, design, funzionalità e tecnologie. Nel complesso nulla di rivoluzionario – almeno apparentemente – ma un insieme di novità che sicuramente si trasformeranno in vendite nonostante la crescente concorrenza e competizione su tutti i fronti.

2 Commenti. Nuovo commento

Rispondi a Stefano Maruzzi Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Menu