dropboxPersonalmente non riesco a farne a meno. È diventata la soluzione naturale per rendere “trasparente” la gestione di documenti di qualsiasi genere tra i miei Mac, e il “ponte” di collegamento tra questo mondo e quello dei dispositivi mobili. La mia sensazione è che iPad sia diventato uno strumento più attraente e capace di fornire produttività aggiuntiva proprio grazie alla facilità di sincronizzare lavori in corso grazie a Dropbox e per questo considero l’apposita app una soluzione quasi obbligatoria per chi dispone di un tablet.

Ogni progetto e ogni nuova area di lavoro ha per default una cartella Dropbox. È per molti versi molto meglio di iCloud e rispetto a tutte le soluzioni di spazio accessibile su Internet, ha il vantaggio di essere l’originale seguito da tanti me too (Amazon, Google, Microsoft). Questi i numeri dell’azienda:

  • un miliardo di file salvati ogni giorno;
  • 100 milioni di utenti, il doppio rispetto a un anno fa;
  • 4 milioni di clienti paganti;
  • circa mezzo miliardo di dollari di fatturato;
  • 250 dipendenti, rispetto ai 90 di inizio anno.
  • con una possibile valutazione di mercato superiore ai $4 miliardi.

L’integrazione con dispositivi hardware una delle evoluzioni future dell’azienda. Immaginare un telefono con “integrato” dello spazio su Internet è uno scenario logico e sensato vista la natura di questi dispositivi e l’intrinseco bisogno di condividere.

Ultima considerazione: un possibile target per una acquisizione da parte di una grande azienda. I numeri riportati sopra sono una buona dotazione e una base interessante per chiunque intenda mantenere una relazione con un’ampia fascia di utenti, quelli super professionali e i molti che oggi si accontentano di poco spazio condiviso ma che in prospettiva aumenteranno le proprie esigenze.

2 Commenti. Nuovo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Menu